app_l

2018
grazie all’espansione nel mercato FOOD e alla diffusione delle APP  sul parco clienti, l’anno si chiuso con un aumento del fatturato del 22%.  Il numero delle Aziende che utilizzano Bollicine Community è passato da 430 (fine 2017) a 451 (fine 2018).

Risultati che da un lato fortificano il trend di crescita della Community, dall’altro  dimostrano la qualità e il grado di completezza di Bollicine, che continua  ad essere leader per la fornitura di tecnologie dedicate alle Aziende che operano nel mercato consumi fuori casa.

APP

BCGO, l’APP dedicata agli Agenti continua ad essere la più richiesta, tuttavia GECO, l’APP per i Consegnatari, ha accelerato e sta accorciando le distanze. Una promettente curiosità è stata manifestata anche per JumpingFrog, l’APP ad uso dei Clienti per l’invio degli ordini e la comunicazione delle promozioni.

Coerentemente con la dematerializzazione delle fatture, GECO 5.0  ha introdotto, suscitando una grande attenzione,  la formazione e la firma della fattura al momento della consegna e il suo invio in tempo reale alla Sede e al Cliente come copia di cortesia. Un cambio di paradigma, che azzera il problema degli accrediti e i tempi di gestione dei vuoti.

Area Magazzino

Nell’ambito del magazzino, è stata registrata una maggiore riflessione sulla gestione delle scorte e alla logistica.
Per quanto concerne il primo aspetto, Bollicine propone il modulo BCSD dedicato alla previsione della domanda e alle proposte di acquisto formulate sulla base del livello di servizio che si vuole offrire al cliente, bilanciando la necessità di ridurre il costo del magazzino, aumentando l’indice di rotazione e riducendo le rotture di stock. Come è noto, questo obiettivo – di per se complicato da ragioni opposte – è ostacolato dalla stagionalità, i vincoli imposti dai fornitori e le incertezze del mercato. Per risolvere questi trade off  viene utilizzata la logica CSP (Continuos Stock Planning), che ridefinisce automaticamente il livello di scorta di ciascun prodotto utilizzando modelli matematici che tengono conto dell’andamento storico della domanda e adeguano continuamente l’intervallo di riordino utilizzando come sistema di allarme il punto di riordino e la scorta di sicurezza nel periodo fuori controllo.

Per le movimentazioni delle merci, Bollicine dispone  di un modulo WMS (Warehouse Management System) nativo, ma è anche predisposto per l’integrazione di soluzioni più diffuse sul mercato, tra le quali StockSystemEvolution® di Replica Sistemi (recentemente acquisita da Zucchetti), SLIM2k di Overlog, e  Warehouse Management System di Incass (Member off Schäfer Group), tutti basati su tecnologie vocali.

BI

Il modulo di business intelligence di Bollicine (BCI) è ormai stato adottato da un terzo dei Clienti. Basato su tecnologia Zucchetti (InfoBusiness) permette di analizzare tutti i dati relativi all’andamento delle vendite a supporto delle scelte strategiche, tenendo conto dei costi man mano accumulati: acquisto, consegna, provvigioni, premi di fine anno, comodati e manutenzione impianti. Ne dimostra la qualità e ci gratifica che lo strumento sia apprezzato (e là dove manca, auspicato) dai Consulenti a supporto dei processi di riorganizzazione aziendale. Per inciso, abbiamo registrato un incremento delle Aziende che hanno intrapreso questo percorso.

2019

Siamo partiti alla grande e abbiamo tante sorprese che aggiungeranno valore agli investimenti tecnologici fatti dalla Comunità, ma di questo parleremo dopo l’estate.

Buon vento a tutti.